“Mario Melis, il presidente dei sardi” diventa un docufilm. Il 21 ottobre anteprima nazionale a Cagliari

Mario Melis, il presidente dei sardi è un libro di successo (pubblicato da Arkadia Editore) scritto dal giornalista Anthony Muroni che già in passato è stato autore di importanti biografie come quella di Francesco Cossiga, presidente della Repubblica che ha lasciato un segno nella storia politica italiana. Il libro su Melis ora diventa anche un docufilm che l’autore presenta in anteprima nazionale giovedì 21 ottobre, alle ore 18, nella sala della Fondazione di Sardegna a Cagliari. Alla proiezione seguirà un dibattito con la partecipazione del presidente della Regione Christian Solinas, del presidente della Fondazione di Sardegna Antonello Cabras e dei figli dello statista sardo Michela, Antonio e Laura Melis.

Mario Melis, nella storia recente della nostra terra, ha rappresentato un punto di riferimento per il sardismo più autentico. Per gli avversari politici, e non erano pochi, era invece il simbolo di un movimento e di un mondo che volevano allontanarsi da Roma, ma senza traumi, evitando fughe in avanti prive di costrutto, definendo un ampio perimetro di azioni che avrebbero permesso alla Sardegna di emanciparsi, economicamente e culturalmente dal “contesto coloniale” entro il quale era confinata. Anche gli oppositori, dei più disparati schieramenti, avvertivano in lui questa vis che lo faceva emergere, in statura politica e umana. Per tale motivo, al di là delle divisioni di schieramenti, fu sempre uomo stimato e rispettato.

Il volume e il documentario di Muroni rappresentano un omaggio doveroso a Mario Melis e al Partito Sardo d’Azione nel centenario della sua fondazione. Un lavoro complesso che intende raccogliere, tra memorie e ricordi, estratti da libri e giornali, la figura di un grande politico, tratteggiando alcuni tratti salienti del suo agire, le sue battaglie per una autentica autonomia della Sardegna, i rapporti con gli altri partiti, le vicende personali, le conquiste ottenute grazie alla sua lungimiranza.

L’evento è promosso dall’associazione Ogliastra Eventi, con il contributo della Fondazione di Sardegna, in collaborazione con Emmeffe Comunicazione, Terra De Punt e ITS Fondazione Blue Zone. L’ingresso in sala è consentito soltanto a chi è in possesso di un invito.